• Emanuela Angiolillo

Bomarzo e il Parco dei Mostri

Aggiornato il: 9 mag 2019



Chi di voi conosce il Parco dei Mostri di Bomarzo?

[Io, da buona fashion designer, l'ho visto per la prima volta in una bellissima campagna pubblicitaria di REDValentino e ho subito cercato di capire di che luogo si trattasse.]

Da tanto volevo visitarlo e finalmente è arrivata l’occasione, durante un tour nel bellissimo Centro Italia, organizzato rigorosamente fai da te e senza starci a pensare troppo (per saperne di più...cliccate qui).

D'altronde io sono fatta così: viaggiatrice instancabile e vagabonda, programmo poco e cerco di vivere al meglio, giorno per giorno.

La vita mi ha insegnato che il qui e ora sono le uniche cose che contano.


DOVE e COME:

Bomarzo è un piccolo paesino in provincia di Viterbo (Lazio). Non è difficile da raggiungere ma vi consiglio di andarci con l'auto per essere più indipendenti e poter vagabondare liberamente anche nelle vicinanze. E' arroccato su di una collina e dicono che valga la pena fare una visita anche al Palazzo Orsini, per cui ve lo consiglio (pur non essendoci stata personalmente).

Io ho dormito in un appartamentino completo di tutto e trovato, come sempre, su Booking.* Si chiama Casa di Toy e dista cinque minuti in macchina dal Parco. Consigliatissimo! Anche per l'ottimo rapporto qualità/prezzo: 55 euro a notte (con cucina, bagno enorme e salottino). Info qui.

*A proposto di Booking...se volete usufruire di uno sconto di 15 euro per la vostra prossima prenotazione ( e fare guadagnare 15 euro anche a me!)...cliccate sul link qui sotto! Ne beneficiamo insieme!

->https://www.booking.com/s/27_8/7e440bbf

Il giardino è aperto praticamente tutto l'anno ed il costo del biglietto è assolutamente onesto: 10 euro per gli adulti, con scontistiche particolari per bambini e ragazzi. Per maggiori info visitate il sito ufficiale qui.

All'entrata vi verrà fornita una piccola mappa che vi consentirà di seguire un percorso ben preciso di circa due ore alla scoperta di tutte le creature che popolano il parco.

Il Sacro Parco

Il nome originale che fu dato a questo luogo è "Sacro Parco". Ha origini lontane: era, infatti, il 1500 quando il principe Pier Francesco Orsini si mise in testa che da massi giganti di pietra presenti nella sua tenuta avrebbero potuto prendere vita delle sculture a dir poco grottesche.

Immerso in una natura rigogliosa e verdissima, questo enorme giardino è un museo a cielo aperto. Enormi statue, creature mitologiche, orchi ed animali popolano il sentiero e sbucano all'improvviso, lasciandoti stupefatto.


Un luogo misterioso, ancora poco conosciuto, purtroppo. Ma che ha ispirato moltissimi artisti e scrittori come Goethe, Antonioni e Dalì. Ed è proprio grazie a quest'ultimo, nel 1948, che il giardino esce dall'abbandono e dall'incuria del tempo, riemergendo dall'anonimato. Salvador Dalì lo definì "un'invenzione unica al mondo" ed è proprio così: non ci sono altri posti simili sul nostro pianeta. Io direi che una visita la merita davvero!

Diverse iscrizioni alquanto "strambe" sono presenti in diversi punti del parco. La più famosa è sicuramente quella che recita:

"voi che pel mondo gite errando vaghi - di veder maraviglie alte et stvpende - venite qva dove son faccie horrende - elefanti leoni orsi orche et draghi"

Io trovo tutto ciò incredibilmente affascinante e fuori dall'ordinario: i posti così surreali catturano in modo particolare la mia attenzione. Ero felice come una bimba quando ero lì!

La foto dentro alla bocca del mascherone è d’obbligo. Io mi sono innamorata della frase che vi è incisa sopra: OGNI PENSIERO VOLA. Non è poetico?


Vi potrebbe anche interessare:

Siena e la Val d'Orcia

Le terme di Saturnia

San Galgano e la spada nella roccia

Tutti in Italia per le prossime vacanze, Amici Vagabondi!

Per info/domande/suggerimenti/dubbi contattatemi all'indirizzo mail qui sotto:

info@lifeiswanderlust.com

#Italia #Cultura #Natura #Lazio #Bomarzo

8 visualizzazioni
Dove sono stata? 

© 2017 by Emanuela Angiolillo. All rights reserved.         info@lifeiswanderlust.com