• Emanuela Angiolillo

Egitto low cost in novembre per ammirare la barriera corallina!


->Spesa totale per 8 giorni: intorno ai 500 euro

[Dal 16 al 23 novembre 2014]

Questa storia è andata esattamente così: verso la fine del 2014 mi trovo con una settimana di ferie accumulate da smaltire, pochi soldi in tasca e un sogno: vedere la barriera corallina.

Idea! Posso cercare un viaggio low cost per andare in Egitto, godermi un po' di caldo quando in Italia si rabbrividisce e ammirare tanti bellissimi pesci. Ecco fatto: mi precipito su internet alla ricerca di uno dei tanti (ed economici) pacchetti di viaggio che si trovano in questo periodo dell'anno (siamo a novembre), considerato "bassa stagione". Lo trovo su TUI (tui.it), ma sul web c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Risultato: volo da Milano Malpensa + trattamento all inclusive in un resort 5 stelle sulla spiaggia a Sharm el-Sheikh per 8 giorni, al fantastico presso di 380 euro! Prenoto subito e si aggiungono alla vacanza mio padre e mio fratello: saremo una bella squadra...

VOLARE/DORMIRE E MANGIARE: 380 euro tutto compreso.

Il pacchetto ci offre di volare in comodi orari con la compagnia Meridiana, ovviamente con il bagaglio da stiva incluso.

Il villaggio si trova a Sharm el-Sheikh, direttamente sulla spiaggia privata e sulla barriera. Si chiama Domina Coral Bay e potete trovare il sito internet qui. Struttura niente male, davvero ENORME, con un'infinità di bar interni, animazione, spa e piazzetta centrale con negozietti dove poter acquistare di tutto! Diciamo che non è proprio il genere di posto che amo frequentare quando viaggio, ma in questo caso il mio obiettivo è rilassarmi e vedere la barriera corallina: del resto poco mi importa e questa, per me in questo momento, è la soluzione low cost ideale.

COSTI NON COMPRESI:

Visto turistico: nel 2014 si faceva direttamente in aeroporto e costava intorno ai 15-20 euro. Ora, se la permanenza è inferiore ai 30 gg, gli italiani sono esentati dal farlo. [Però è sempre meglio informarsi bene con l'ambasciata o il consolato competente prima di partire.]

Trasferimenti da e per l'aeroporto: intorno ai 13 euro a testa.

Noi ci arrangiamo facilmente all'aeroporto di Ophira, contrattando un passaggio in taxi alla cifra di 20 euro per un totale di 40 euro a/r, da dividere in 3.

Gite ed escursioni varie: da fare, ovviamente, solo se interessati. Più sotto vi racconto quali ho scelto di fare io...

SUGGERIMENTI/CONSIGLI PRATICI:

-Scegliete i villaggi o i resorts con trattamento all inclusive quando avete in mente un obiettivo chiaro o un'attività ben definita oppure quando la vostra esigenza è solo quella di non pensare a nulla e rilassarvi. Nel mio caso il mio obiettivo è stato quello di andare a vedere i magnifici fondali che l'Egitto può offrire. Consigliatissimo per chi fa immersioni: là sotto c'è davvero un mondo incredibile!

-Le temperature in novembre variano dai 30 e più gradi di mezzogiorno fino ai 18 della notte. Il risultato è un clima perfetto che ti permette di fare tranquillamente il bagno durante il giorno (l'acqua è ancora piuttosto calda) e dormire senza aria condizionata di notte. Portatevi qualcosa di caldo per la sera, magari una felpa e un paio di pantaloni lunghi: li utilizzerete sicuramente.

-Fa buio prestissimo in questo periodo dell'anno! Per cui svegliatevi presto al mattino per godere a pieno della luce solare.

-Non bevete l'acqua del rubinetto! Bevete esclusivamente acqua e qualsiasi altra bevanda da bottigliette ben chiuse. Evitate i cocktail o le bibite con i cubetti di ghiaccio e le verdure crude o la frutta non sbucciata. Tranquilli però: se non seguite queste poche regole basilari, non rischiate gravi malattie! Semplicemente c'è un'alta probabilità di potervi sentire male a livello intestinale. Purtroppo su queste patologie, il Nord Africa raramente perdona...

-Portate maschera e boccaglio e non rinunciate alle pinne (in mare aperto ci sono correnti piuttosto fastidiose): kit indispensabile per godere appieno del paradiso marino che troverete. Avere una muta, anche solo con i pantaloni corti, può essere di grande aiuto per poter stare in acqua più a lungo perché in alcuni punti la temperatura dell'acqua è un po' freddina.

-Non toccate assolutamente, con nessuna parte del corpo, la barriera corallina! Se toccati, i coralli, spesso muoiono o si rompono e sarebbe davvero un peccato mortale rovinare una così grande bellezza naturale. Oltretutto, sono molto taglienti e la vostra pelle non ne sarà così felice.

UN PO' DI GEOGRAFIA: Sharm el-Sheikh è situata all'estremità sud della penisola del Sinai: a est troviamo il golfo di Aqaba, mentre ad ovest c'è il Canale di Suez. Il Mar Rosso bagna questa zona che è considerata la porta verso l'Asia, in quanto aldilà del golfo troviamo gli stati asiatici di Giordania, Israele ed Arabia Saudita. Questa zona è perlopiù desertica e presenta una catena di montagne rocciose. Il clima è molto caldo e secco quasi tutto l'anno.

DA VEDERE:

La barriera corallina: i fondali multicolori del Mar Rosso sono davvero incredibili! Ho passato giorni interi a nuotare lì intorno e ho visto davvero moltissime specie diverse di pesci multicolori, di coralli e di piante acquatiche e alghe. Non ci sono parole per descrivere la bellezza di questo mondo sottomarino.

Accedervi è molto semplice in quanto ci sono dei ponticelli adagiati sull'acqua che vi portano direttamente nei punti in cui ha inizio la barriera. Tuffatevi nel blu e buona visione!

Sharm Vecchia e la Grande Moschea: io ci sono stata con un'escursione serale organizzata, in partenza diretta dal resort. Non ricordo quanto ho pagato, ma la cifra era davvero irrisoria (credo intorno ai 10 euro). Dopo la visita alla Grande Moschea caratterizzata da interni ricchissimi, ho trascorso qualche ora nel centro della vecchia città. Molto affascinante, soprattutto per i mercati di spezie e i negozietti di manifattura locale. Vi consiglio di acquistare qualche tisana o del tè: profumati e buonissimi! Anche gli oli per il corpo e i profumi sono ottimi. Evitate, invece, i negozi più grossi che sono veri e propri posti acchiappa-turisti dove vi ritroverete al centro di un'enorme operazione commerciale!

Non vi posso nascondere che ho anche fumato il narghilè! Come non provare nel Paese in cui è nata questa tradizione?

ESCURSIONI CONSIGLIATE:

Parco Nazionale Marino di Ras Mohammed: il parco è situato nel punto di incontro del Golfo di Suez con quello di Aqaba, all'estremità sud della penisola del Sinai, a circa 20 Km a sud di Sharm el-Sheikh. E' una grande riserva naturale di mare e di terra che si estende su un’area di circa 480 km. L'arido terreno desertico è caratterizzato da dune di sabbia che degradano direttamente verso il mare: è un paesaggio lunare, davvero affascinante. Io l'ho visitato con un'escursione organizzata dal villaggio: il costo era intorno ai 30 euro per una giornata intera. Ci siamo spostati a bordo di una bellissima barca, con tanto di solarium sul quale prendere il sole, e ci siamo fermati più volte, in diversi punti, per tuffarci e fare snorkeling. Nel frattempo i sub che erano con noi scendevano per le loro immersioni. Qui i fondali sono davvero ricchi e colorati, i coralli hanno milioni di anni e le specie di pesci e animali marini che si possono incontrare sono davvero innumerevoli. Io ho avuto il piacere di vedere razze, pesci pagliaccio, pesci siluro, una murena! ...e tanti, tanti altri.

Escursione nel deserto, cammellata sulla spiaggia e visita alla cittadina di Dahab: è la tipica giornata turistica che si può vivere in Egitto. Io ho deciso di farla (in solitaria) perché volevo assolutamente vedere il deserto egiziano e bere un tè con gli abitanti beduini di quei luoghi. Il basso numero di partecipanti (eravamo solo 3 jeep con 4 persone su ciascun mezzo) ha reso possibile vivere un'esperienza non troppo 'caotica'.

-Il deserto di questa parte di Egitto è molto roccioso e montuoso (scordatevi le dune di sabbia del Sahara) e i beduini che abitano qui sono davvero molto, molto poveri (alcuni bambini scalzi hanno inseguito le nostre jeep per un po' alla ricerca di qualche lira egiziana). Abbiamo bevuto il loro tè alla menta sdraiati su tappeti colorati in mezzo al nulla ed è stata molto pittoresco, ma ammetto che se dovessi tornare indietro non lo berrei più (il giorno dopo sono stata piuttosto male...)!

-Salire in sella a un cammello è stato emozionante e fare una bella passeggiata in riva al mare è stato divertente, ma devo ammettere che la situazione era piuttosto degradata: gli animali erano pelle e ossa e venivano guidati da ragazzini molto giovani, in alcuni casi anche veri e propri bambini. Queste sono le contraddizioni tipiche di un Paese che utilizza le poche risorse che ha nell'unica modalità di cui è a conoscenza.

-L'escursione prevedeva anche un'immersione in un altra zona protetta: questa volta ci è stato consigliato di indossare una muta perché qui l'acqua era fresca e le correnti erano piuttosto forti. Abbiamo visto coralli di milioni di anni! Enormi, colorati e bellissimi.

-La cittadina di Dahab è graziosa e piuttosto turistica con tanti localini e bar vista mare. Si vendeva direttamente il pesce appena pescato sulla strada e gli odori e i sapori di spezie e oli essenziali erano nell'aria.

Tornando verso il villaggio ho potuto ammirare un tramonto incredibile ed indimenticabile nel deserto egiziano.

L'EGITTO: mi rendo conto che pubblicare un post oggi, su un Paese così controverso e 'pericoloso' forse sia un po' un azzardo per alcuni di voi. Io, però, sono fermamente convinta che viaggiare non possa avere confini di alcuna sorta. Se dovessimo pensare solo ai rischi in cui potremmo imbatterci, allora non saliremmo nemmeno più sulla nostra auto tutte le mattine! Continuate a viaggiare senza paura: ovviamente è sempre indispensabile una buona dose di buonsenso e accortezza, come in tutte le cose che facciamo!

Cari Amici Viaggiatori, per qualsiasi info, domanda, dubbio o suggerimento, potete scrivermi all'indirizzo mail info@lifeiswanderlust.com.

Sono disponibile a collaborare con Voi!

E sarò felicissima di rispondervi e ascoltarvi.

Buona partenza!

#Lowcost #Spiagge #Mare #Egitto #BarrieraCorallina #Deserto #Africa #SharmelSheikh

0 visualizzazioni
Dove sono stata? 

© 2017 by Emanuela Angiolillo. All rights reserved.         info@lifeiswanderlust.com