• Emanuela Angiolillo

Fare trekking a São Miguel (Isole Azzorre)


Se vi piace "viaggiare lento", ossia esplorare nuovi posti facendo trekking, dovete leggere questo post. Come sapete, io sono una grande appassionata di camminate nella natura e credo che sia il modo migliore per poter godere appieno di quello che il paesaggio ed il luogo in cui ci troviamo ci possono regalare.

L'isola di São Miguel offre molto da questo punto di vista e se cliccate qui avrete un'infinità di bellissimi tracciati tra cui scegliere, disseminati su tutte le nove isole Azzorre!

Di seguito vi racconto i sentieri che ho percorso io! Buona camminata :)

1. Chá Gorreana - codice tracciato PRC28SMI: percorso ad anello di circa 3,5 km.

Questo è uno dei sentieri che non potete perdervi! La ragione principale è perché, percorrendolo, avrete la possibilità di entrare in un'enorme piantagione di tè ed ammirarne le sue colline dolci e verdissime.


Il percorso è molto semplice, privo di ostacoli ed adatto a chiunque. La durata è di circa 2 ore, prendendosi il tempo per fare diverse soste e fotografie. Il paesaggio che vi troverete davanti è incredibile: file e file di siepi e foglioline adagiate su un territorio collinare a creare un "mare verde" che vi abbaglierà e vi riempirà gli occhi. Io ho avuto la fortuna di trovare una giornata di pioggerellina e nebbia, il che ha reso tutto ancora più affascinante.

Dopo aver completato il percorso (ben segnalato) fate una sosta nell'azienda Chá Gorreana, vero e proprio "teificio" a tutti gli effetti: qui potete fare un giro (gratuito) nel museo interno per comprendere meglio come viene coltivato e lavorato questo prezioso elemento. Alla fine del percorso viene anche offerta una tazza di tè fumante, a scelta tra i diversi gusti disponibili.

Io ho, ovviamente, acquistato qualche scatola da portarmi a casa e posso assicurarvi che è buonissimo!

Lo sapevate che quella sull'isola di São Miguel è la sola piantagione di tè presente in tutta Europa? Se ci pensate, è davvero curioso ed è l'ennesima prova che quest'isola è magica ed unica nel suo genere.


2. Caldeiras da Ribeira Grande - Salto do Cabrito - codice tracciato PRC29SMI: percorso ad anello di circa 7,5 km.

Camminata molto piacevole e poco impegnativa, della durata di circa 2,5 ore. Si è costantemente immersi nella natura rigogliosa dell'isola e si segue il percorso di alcuni tubi che trasportano l'acqua: su questi grandi tubi verdi sono state costruite alcune passerelle e scalette che rendono il tracciato particolare e divertente, diverso dai soliti sentieri.


Si parte dalla Caldeira di Ribeira Grande, un piccolo agglomerato di case che potrete raggiungere grazie al navigatore (altrimenti non lo troverete mai!), dove ci sono una grande piscina di acqua bollente, un ristorante ed un piccolissimo stabilimento termale. Da qui passerete davanti ad alcuni forni per il cibo cozido (ve ne ho parlato qui) e ad alcuni prati verdi popolati da tantissime mucche al pascolo.

Ci si addentra poi nel bosco dove, seguendo i famosi tubi verdi, si arriva ad una grande centrale idroelettrica e si attraversa un fiume grazie ad un ponticello parecchio alto (io soffro di vertigini per cui per me era altissimo!).

Non potete sbagliarvi: continuate sulle passerelle e, seguendo il corso del fiume, arriverete al punto più bello di tutto il sentiero: una bellissima cascata che scende a picco da grandi rocce e forma una vera e propria vasca naturale, dove potersi concedere una nuotata nelle giornate più afose (l'acqua è freddina).

Lo spettacolo della natura qui è davvero suggestivo.


Si riparte, poi, verso una parte di percorso più "noiosa" su strada: vi consiglio, invece, di tornare indietro sui vostri passi per godere ancora del bosco, della terra e dei fiori selvatici.

3. Sete Cidades: diversi tracciati disponibili.

La zona dei laghi di Sete Cidades è percorsa da diversi sentieri: scegliete quello che preferite considerandone la lunghezza e la zona di partenza e di arrivo.

Quello che mi sento di consigliarvi è di non perdere assolutamente il Miradouro da Boca do Inferno: vero e proprio place to be a São Miguel.

Trovarlo non è così semplice perché nessun sito vi spiega realmente come raggiungerlo. Ecco qui due dritte per non perdervi in inutili giri: inserite sul vostro navigatore il Lagoa do Canário, parcheggiate nello spiazzo disponibile davanti al cancello di entrata e, ovviamente, andate a vedere questo laghetto nascosto nel bosco fittissimo, incorniciato da file di ortensie colorate.

Poi, tornate indietro sullo sterrato principale, proseguite a piedi per circa 1,5 km ed arriverete finalmente al sentiero che vi porterà al Miradouro. Percorrete la stradina in salita e godetevi gli ultimi passi che vi porteranno alla meta: da qui la vista è incredibilmente bella e spettacolare. Sia con una bella giornata di sole, sia con la nebbia il paesaggio è da non perdere.

Si possono ammirare entrambi i laghi e vedere chiaramente il cono vulcanico che li ha generati. Tutt'attorno colline verdissime, fiori, nebbiolina e muschio. Grazie al vento, le nuvole e la nebbia corrono velocissime: un vero e proprio spettacolo naturale per i vostri occhi!


SE AMATE LE AZZORRE, LEGGETE ANCHE:

Le Azzorre! Viaggio alla scoperta dell'isola di São Miguel: un paradiso naturale incontaminato

São Miguel: le terme e la terra in continua ebollizione

São Miguel: la "Ihla Verde" e i suoi meravigliosi laghi vulcanici

TRAVEL TIPS!

Azzorre: l'hotel abbandonato di São Miguel

Furnas e la casa al contrario

Inoltre, vi avevo già parlato di un'altra parte del Portogallo qui.

Al prossimo trekking, Amici Viaggiatori!

Per info/domande/suggerimenti/dubbi contattatemi all'indirizzo mail qui sotto:

info@lifeiswanderlust.com

#IsoleAzzorre #Isola #Europa #SãoMiguel #Portogallo #Natura #Trekking

0 visualizzazioni
Dove sono stata? 

© 2017 by Emanuela Angiolillo. All rights reserved.         info@lifeiswanderlust.com