• Emanuela Angiolillo

I 5 film che dovete vedere se amate viaggiare



In questi giorni di riposo e stop forzato (per via della mia operazione alla schiena) sto guardando un sacco di film. Di tutti i generi, perché a me il cinema piace tutto!

[Bhe, non proprio tutto tutto... Non mi proponete western o fantascienza, potrei offendermi :)]

Così, mi è venuto in mente di scrivere un post sui film di viaggio più belli che io abbia mai visto. Intendo di viaggio vero, vissuto come esperienza interiore, come superamento delle proprie possibilità, come sfida con sé stessi e verso gli altri. E, nemmeno a farlo apposta, tutte le pellicole migliori che mi sono venute in mente parlano di cammini e di contatto profondo con la Natura.

Questo è quello che mi piace, che mi fa emozionare: passo dopo passo, metro dopo metro si percorre un percorso di vita e ci si mette alla prova. Provando a superare le difficoltà e lasciandosi alle spalle il passato.

Wild (2014)

“Se è il coraggio che ti manca, vai oltre il coraggio.” (Emily Dickinson)


Al primo posto, senza alcun dubbio, vi cito "Wild": un film che mi ha toccata profondamente e di cui mi sono innamorata subito. L'ho visto in un periodo della mia vita in cui avevo da poco perso mia madre, proprio come la protagonista del film, e mi sono immedesimata in quella sensazione di sentirsi perduta, come se non avessi più un posto nel mondo, e nemmeno un obiettivo da perseguire.

In questa pellicola, Reese Whiterspoon, interpreta una ragazza di 24 anni, con problemi di dipendenza da eroina ed un matrimonio appena finito: una vita già pesantemente compromessa ed una situazione famigliare difficile. Decide, così, di dare un taglio netto al passato e di affrontare in totale solitudine il Pacific Crest Trail a piedi: un percorso di più di 1.600 Km che parte dalla California del Sud per arrivare ai confini con il Canada. Sarà un cammino impegnativo e complicato ma estremamente intimo ed emozionante.

“Nella vita ci sono un'alba e un tramonto ogni giorno. E tu puoi scegliere di essere presente, puoi metterti sulla strada della bellezza.”

Wild è tratto da una storia vera e più precisamente dal libro scritto da Cheryl Strayed che si intitola "Wild - una storia selvaggia di avventura e rinascita". Ve ne consiglio la lettura.

Qui trovate il link al trailer. E non perdetevi la colonna sonora!

Tracks. Attraverso il deserto (2014)

"Mi piace pensare che una persona qualunque sia capace di una qualsiasi cosa."


Altro bellissimo film, altra incredibile storia vera. Robyn Davidson (aka Mia Wasikowska, davvero brava in questa parte) ha venticinque anni e si sente fuori posto nella società. Il suo unico amico è Diggity, un cane che la segue ovunque. Non ama la gente e ha un grande progetto folle in testa: attraversare a piedi il deserto centrale australiano, da sola. Il percorso completo è lungo più di 3000 km e, partendo da Alice Springs, arriva fino all'Oceano Indiano. L'unico modo per farlo è partire in compagnia di tre cammelli, i quali la aiuteranno a trasportare il suo equipaggiamento. Dopo aver superato le prime difficoltà, avere trovato i cammelli e essersi preparata al lungo cammino, Robyn finalmente parte grazie anche alla sponsorizzazione del National Geographic. L'accordo prevede, in cambio di soldi, un reportage fotografico per documentare l'impresa. Non vi svelo altro se non che la pellicola è davvero intensa e la fotografia da non perdere.

"Decidere di agire è stato il vero inizio del viaggio. Quando sei immobile da troppo tempo non ti resta che gettare tutto all'aria e buttarti...e pregare."

Ho visto questo film per la prima volta pochissimi giorni fa ed è stata una scoperta che mi ha riempita di positività e di buoni pensieri per il futuro. Ognuno di noi può affrontare cose che nemmeno si immagina: i limiti ce li mettiamo noi stessi. La storia di questa ragazza insegna, come dico sempre, che non bisogna mai farsi dire dagli altri cosa devi o non devi fare!

Se volete avere un piccolo assaggio del bellissimo paesaggio dell'Outback australiano, qui c'è il link al trailer del film. Se siete veri amanti degli animali, e soprattutto dei cani, non potete perdervelo!

Il cammino per Santiago (2010)

Tom: "Non sarà una vita avventurosa la mia, ma è quella che ho scelto" Daniel: "È questo il problema papà, la vita non va scelta, va vissuta!"


Uno di quei film che non ti aspetti che siano così belli, puliti, genuini. E anche ironici.

Tom è un oftalmologo che vive una vita agiata in California. Daniel è suo figlio e delle sicurezze e dell'immobilità della vita del padre proprio non ne vuole sapere. Lui vuole vedere il mondo. E così parte, lasciando ben poche tracce dietro di sé. Un giorno Tom riceve una telefonata e scopre che il figlio è deceduto sulle montagne mentre stava iniziando a percorrere il Cammino di Santiago.

Da qui inizia la storia molto tenera di questo padre "vecchia scuola" che cerca di immedesimarsi nel figlio e di cercare di capire cosa lo avesse spinto ad intraprendere le sue avventure. Il resto lo lascio scoprire a voi.

Vi dico solo che incontrerete una ciurma di personaggi molto variegati, strampalati e sofferenti, ognuno per la sua motivazione. E ne seguirete il percorso interiore fino al raggiungimento dell'obiettivo finale, ossia capirsi ed accettarsi un po' di più.

"L’unica certezza è che nessuno compie il cammino per caso."

Su Youtube si trova anche il film completo: ecco qui il link. Spero che apprezzerete anche voi, come è successo a me, la semplicità e la delicatezza di questa pellicola che mette a nudo le debolezze umane e le varie sfaccettature di ogni singolo personaggio. L'importante è avviare la ricerca interiore e, attraverso il cammino, cercare di superare i piccoli o grandi blocchi emotivi che ognuno di noi ha dentro di sé.

Into the wild (2007)

"Vivere soltanto vivere, in quel momento in quel luogo. Senza mappe, senza orologio senza niente. Montagne innevate, fiumi, cieli stellati. Solo io e la natura selvaggia."


Alzi la mano chi non ha mai visto questo film! Secondo me, di mani alzate ce ne saranno davvero poche...

Che posso dirvi su questo film stra famoso e super pubblicizzato? Non potevo non inserirlo in questa lista ma, per quanto mi riguarda, non è il mio preferito. Anzi. L'ho sempre trovato un po' troppo "costruito" e poco genuino. Ma ovviamente è il mio umile parere...

E' comunque indubbio che sia una storia (vera anche questa) incredibile e che il protagonista sia un personaggio davvero unico. Alexander Supetramp, come tutti lo conosciamo, rinuncia ai suoi privilegi per viaggiare on the road negli Stati Uniti fino a ritirarsi in completa solitudine in Alaska, al cospetto di una natura assurdamente bella. Il resto è ben noto a tutti.

"Quando arrivi ad essere ciò che sei...sei tutto. Mai guardarsi alle spalle: ogni sbaglio sara'un sassolino che ti indicherà una nuova strada... La vita, in qualunque modo essa sia, vale la pena di essere vissuta."

Credo che questa pellicola abbia creato un nuovo modo di vivere il viaggio (soprattutto tra i più giovani) e abbia dato vita ad una rinnovata esigenza di contatto con la Natura più selvaggia.

Voglio anche spendere due parole sulla colonna sonora che porta la firma del grande Eddie Vedder: riascolterei quel cd per migliaia di volte senza stufarmi mai. Pazzesca! Se la volete ascoltare, qui trovate il full album.

Expedition Happiness (2017)


Un documentario o, meglio, un lungo video che ritrae un pezzo di vita reale di una coppia di giovani tedeschi. Loro sono Selima e Felix e decidono di mollare tutto per un po', andare negli Stati Uniti ed acquistare un vecchio schoolbus americano. Con loro, il fedele Rudi, bellissimo pastore bernese.

La prima parte è dedicata al rimessaggio del vecchio mezzo. Dopo averlo convertito in una vera e propria casa mobile (bellissima tra l'altro), i due ragazzi partono per un lungo viaggio che toccherà molti Stati americani come il Canada, l'Alaska, gli Usa, il Messico...ma non vi svelo altro. Bellissime le riprese dei paesaggi, delle strade, delle passeggiate nella natura. Incontreranno parecchie difficoltà lungo il loro "cammino" ma quello che più mi è piaciuto di questo docufilm è la voglia che ti mette addosso di comprare un furgoncino e partire subito! Sembra che la libertà sia proprio lì, ad un passo.

Nota speciale per le musiche, quasi tutte scritte ed interpretate da Selima, in arte Mogli: io la trovo bravissima e quasi fatata.

Se avete Netflix, potete vederlo anche subito! Qui, invece, il link della canzone che preferisco e che si chiama Wanderer...

Hai visto altri film inerenti al viaggio che mi vuoi suggerire? Qual'è il tuo preferito? Quello che tu ha ispirato di più? Lascia un commento qui sotto, sono curiosa di sapere!

Buona visione Viajaieros!

Per info/domande/suggerimenti/dubbi contattatemi all'indirizzo mail qui sotto:

info@lifeiswanderlust.com

#Cultura #Cinema #Film #Viaggi

0 visualizzazioni
Dove sono stata? 

© 2017 by Emanuela Angiolillo. All rights reserved.         info@lifeiswanderlust.com